Loading

Vuoi diventare un mago della comunicazione? Imparare ad usare i social come un professionista? Contattaci per le nostre borse di studio gratuite! magari sei il nostro candidato ideale e non lo sai! Sono aperte le selezioni. Chiama il 339 8936289

SETTIMA EDIZIONE: SOSTENIBILITÀ E INCLUSIONE IL MASTER MARIO SOLDATI ALLARGA I PROPRI ORIZZONTI

  • Il primo master italiano in Comunicazione Turistica ed Enogastronomica ha scelto di ampliare il tema della sesta edizione per la settima: “Inclusione e Sostenibilità Ambientale per Raccontare il Territorio”
  • Un’edizione particolarmente innovativa, che avrà l’obiettivo di creare nuovi strumenti di narrazione, visibilità e valorizzazione per aziende e professionisti che operino nel green, nel bio, nel turismo in armonia con l’ambiente, nelle produzioni certificate per il loro impegno sostenibile
  • Ma anche nuovamente un’edizione inclusiva, che, tramite apposite borse di studio, favorirà l’accesso a soggetti fragili, economicamente svantaggiati, senza barriere di genere e di nazionalità

Il 15 marzo 2024, alle ore 17, presso EDIT, Torino, si terrà il tradizionale passaggio di consegne tra gli allievi che hanno compiuto il loro percorso di studi nel Master Mario Soldati sesta edizione e la nuova classe che inizierà, in quella occasione, la propria esperienza nel primo progetto formativo nazionale dedicato alla comunicazione turistica ed enogastronomica. Nato nel 2021, in piena pandemia, il Master Mario Soldati, giunto alla settima edizione, ha garantito qualità nell’approccio formativo, eccellenza nella didattica, costante dialogo con le istituzioni territoriali, continuità nel progetto, con due edizioni per anno e pieno gradimento da parte di docenti e discenti.

In questo nuova fase il progetto formativo non si limita ad arricchire il programma con i temi dell’inclusione e della sostenibilità ambientale, ma rimodula la didattica in una logica imprescindibile nel racconto, nelle azioni di visibilità e nella reputazione del comparto turistico ed enogastronomico. Il progressivo cambiamento delle condizioni climatiche, la disomogenea ripresa economica nella post pandemia, la non ancora risolta crisi bellica in Ucraina, la fragilità (e le conseguenti diseguaglianze) dell’economia globale, impongono un profondo ripensamento del turismo in quanto tale e della cultura del viaggio connessa al territorio, al benessere, al recupero dei saperi tradizionali, al cibo e alla nutrizione.

Non è quindi utopistico pensare ad un “nuovo turismo”, da concepire ed organizzare, ma anche da narrare e divulgare con tutti gli strumenti più attuali della comunicazione. In questo scenario, in continua evoluzione, è naturale e doveroso riferirsi agli Obiettivi (SDGs) e ai Target di Sviluppo Sostenibile dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite; fonte di ispirazione e di indirizzo per un percorso come il nostro.

D’altra parte il Master Mario Soldati, fin dall’inizio, si è mosso in tal senso. La tesi collettiva degli allievi della prima edizione è stata dedicata ad un primo possibile magazine – “Mandragola” – dedicato ai temi per turismo green, progettato integralmente con la “stone paper”, carta in polvere di pietra a zero impatto ambientale. Progetto che potrebbe vedere la concreta attuazione nel prossimo anno. Al contempo il Master Mario Soldati ha sempre favorito – nella logica di una completa inclusività e del sostegno verso soggetti fragili – l’iscrizione gratuita di allievi tramite specifiche borse di studio. Il “nuovo turismo” e la “nuova enogastronomia” che gli studenti della settima edizione sono chiamati a studiare, per renderli comunicabili, partono da oggettive valutazioni di impatto economico e ambientale. Gli elementi cardine di questo processo di trasformazione sono:

la sostenibilità non solo economica, ma anche sociale e ambientale;

l’inclusione e l’accessibilità;

il ricambio generazionale;

la parità di genere;

il ripensamento etico del modo di viaggiare.

L’Organizzazione Mondiale del Turismo (Agenzia delle Nazioni Unite) – UNWTO – fa specifico riferimento a un turismo consapevole del suo impatto sociale segnalando tre presupposti:

1)         Il turismo non pregiudica l’ambiente a livello locale e globale, assicura la conservazione della diversità biologica, sostiene attività low carbo nel rispetto della neutralità climatica e della mobilità ecologica. Facilita l’uso di fronti rinnovabili con un approccio plastic free.

2)         Il turismo valorizza l’etica integrazione sociale tra visitatori e abitanti, la tutela del patrimonio artistico, ambientale, storico e culturale, il rispetto delle leggi e delle tradizioni

3)         Il turismo ha un enorme potenziale economico, che non deve penalizzare le comunità locali più vulnerabili. Occorre promuovere l’inclusione sociale, i nuovi posti di lavoro, il minore inquinamento, la preservazione degli ecosistemi.

Una nuova generazione di comunicatori deve essere consapevole di queste priorità, assimilarle e valorizzarle nelle proprie azioni. In particolare il comunicatore deve puntare su due direttive parallele: la creazione di una coscienza “civica e turistica”, consapevole dei rischi ambientali connessi ad una fruizione scorretta e dannosa dell’ambiente, ma occorre anche segnalare e promuovere i vantaggi di un approccio rispettoso del territorio e delle genti, atteggiamento che permette una fruizione armoniosa del patrimonio che si apre alla conoscenza da parte dei turisti.

In estrema sintesi, per gli allievi del Master Mario Soldati “comunicare” significa accompagnare la trasformazione, inducendo percorsi e privilegiando le realtà disponibili al cambiamento.

Pertanto saranno attivati percorsi specifici rivolti a:

  • strutture alberghiere certificate,
  • tour operator attenti alla valorizzazione ambientale,
  • hotel ecologici costruiti coi principi della bioarchitettura,
  • aziende attive nella produzione bio,
  • realtà operanti tramite filiere corte ed economia circolare.
  •  

La transizione in atto verso il turismo sostenibile ha dimensioni di impatto potenzialmente formidabili. Nel 2030 avremo 1,8 miliardi di viaggiatori globali, mentre già oggi il turismo rappresenta il 10,3% del PIL e l’11,2% dell’occupazione. Si tratta della maggiore industria globale abbordabile dalle tematiche della sostenibilità. In questa sfida la comunicazione è strategica. Per offrire comunicazione corretta, per aiutare il consumatore nella scelta, per indurre adeguate strategie di visibilità, accompagnando le aziende virtuose nel loro percorso.

Guido Barosio, direttore didattico del master, sottolinea l’urgenza della scelta didattica in atto:

“Dopo sei edizioni, dopo aver consolidato nel migliore dei modi il progetto, ci sembrava il momento di dare il nostro contributo ad una grande trasformazione in atto. Il mondo del turismo e quello dei sapori si trasformeranno profondamente nel prossimo biennio. Ed è un imperativo prima ancora che una scelta. Ma io sono convinto che la sostenibilità e l’inversione di rotta verso la cultura ambientale non siano ancora adeguatamente narrate. Prevale la cultura della paura, della riduzione dei consumi ad ogni costo, di una frugalità che in fondo nessuno vuole. Noi invece insegneremo a comunicare la bontà e la bellezza di queste scelte, l’armonia con la natura, il piacere di sintonizzarsi con l’ambiente. Solo una felice comunicazione può contribuire ad un benessere fisico, morale e culturale”.

Alberto Peroglio, Amministratore Delegato Condivido Spa (Gruppo Edit)

“Siamo molto contenti di ospitare il Master Mario Soldati presso il nostro “Social Hub” EDIT, un polo di gusto, cultura, incontro, condivisione dove vivere un’esperienza di socialità lontana dai luoghi comuni. Sin dalla sua nascita EDIT ha fatto suoi valori fondanti come l’inclusività, l’accoglienza e l’accessibilità, valori che ritroviamo nel progetto del Master. Sarà un bel percorso che faremo insieme, accogliendo i giovani che diventeranno i comunicatori del futuro di un turismo solidale e sostenibile.”

Anche in questa edizione il Master Mario Soldati si avvarrà di preziose e strategiche partnership:

Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Torino, Alpitour World, Fondazione CRT, UNA-Agenzie di Comunicazione Unite, GIST – Gruppo Italiano Stampa Turistica, AIS Piemonte, EDIT Torino, DISAFA- Università degli studi di Torino, Consiglio Regionale Regione Piemonte-Stati Generali prevenzione e benessere, Luigi Lavazza spa.

Tra questi la Camera di Commercio di Torino è stata vicina al Master in maniera determinante fin dalla sua prima edizione: questo il saluto del suo Presidente Dario Gallina: “Giunge alla settima edizione il Master Mario Soldati, opportunità di studio ed esperienza unica in Italia per la formazione di alto livello di professionisti comunicatori nell’ambito dell’enogastronomia e del turismo, settori che sono sempre più strategici per lo sviluppo del nostro paese e che sempre più necessitano di essere sostenuti da una promozione e da una comunicazione efficace e non improvvisata – afferma Dario Gallina, Presidente della Camera di Commercio di Torino. – Abbiamo collaborato in passato proficuamente con docenti e allievi del Master, per progetti di promozione delle nostre selezioni di eccellenze agroalimentari, come i Maestri del Gusto di Torino e provincia, i vini Torino DOC e i formaggi Torino Cheese, realizzando una positiva esperienza di confronto e di dialogo tra imprese e giovani studenti: una strada utile per entrambi per la costruzione di una narrazione efficace delle caratteristiche e delle potenzialità del nostro territorio, anche attraverso i più innovativi strumenti di comunicazione. Siamo lieti quindi di patrocinare nuovamente questa settima edizione, che vede un’attenzione particolare ai temi della sostenibilità e dell’inclusione, che in questi anni vedono particolarmente impegnato anche il nostro ente in un’ottica di sviluppo e crescita condivisi e ad impatto sociale positivo”.

La coordinatrice del Master Mara Antonaccio illustra quello che sarà il percorso didattico: “Il Master avrà una durata di cinque mesi e si concluderà a luglio 2024. Ogni settimana si terranno due lezioni, dalle ore 17 alle ore 20; un orario ideale sia per chi studia che per chi lavora. La sede del Master sarà presso EDIT, che con le sue aule tecnologicamente avanzatissime, ospiterà le lezioni curricolari e le “lezioni aperte”, con la presenza di aziende e docenti ospiti. Il lavoro dei discenti si concluderà con una tesi collettiva, dove tutta la classe lavorerà insieme su un progetto di comunicazione. I temi indicati saranno quelli della sostenibilità e dell’inclusione, lo studio della realtà della Luigi Lavazza spa come case-history”.

Questo il corpo docente della settima edizione: Mara Antonaccio, Guido Barosio, Giulio Calosso, Vittorio Castellani, Marco Carulli, Serena Fasano, Supreeth Fasano, Beppe Gandolfo, Rosalba Graglia, Alberto Mossotto, Valerio Saffirio, Sarah Scaparone, Luca Zara.